rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Auto e moto

Piaggio a EICMA 2021: "Future Unlocked", tutte le novità della gamma per il 2022

Il Gruppo Piaggio, con tutti i suoi marchi in grande evidenza, a EICMA 2021, a svolgere il ruolo di principale rappresentante dell’industria italiana delle due ruote

Il Gruppo Piaggio è ancora una volta protagonista a EICMA. La presenza del gruppo italiano ribadisce la centralità dell’evento milanese, il più importante al mondo per l’industria delle due ruote.

I marchi iconici del Gruppo Piaggio preparano il futuro della mobilità, dal commuting quotidiano alla sportività, raccogliendo la sfida di un mondo che cambia e chiede soluzioni di mobilità sempre più sostenibili.

Per il 2022 il Gruppo Piaggio presenta a EICMA una serie di anteprime con tutti i suoi brand.

Aprilia presenta l’attesissima Tuareg 660, dedicata all’offroad e ai viaggi e la divertentissima Tuono 660 nella versione Factory, più potente, leggera e ricca nella dotazione. Il marchio sportivo del Gruppo Piaggio propone anche la raffinata RS 660 Limited Edition e l’innovativo scooter “urban adventure” SR GT.

Moto Guzzi torna ad essere esempio di innovazione motociclistica, presentando, in anteprima mondiale, V100 Mandello, la moto totale divertente e ricca di tecnologie da primato. Inoltre, toglie i veli su V85 TT Guardia d’Onore, la raffinata versione della “tuttoterreno” che celebra i 75 anni di collaborazione con il Reggimento Corazzieri.

Piaggio presenta il nuovo Piaggio 1, il primo e-scooter del brand italiano disponibile anche nella stilosa versione disegnata dalla designer Feng Chen Wang.

Vespa propone (VESPA ELETTRICA)RED la versione speciale dell’elettrico più elegante del mondo realizzata per sostenere la lotta di (RED) contro le pandemie.

01 Aprilia Tuareg 660-2

Aprilia Tuareg 660

Nasce sulla piattaforma 660 di Aprilia una vera fuoristradista e porta un nome diventato mitico nell’offroad, introdotto da Aprilia nel 1985, così evocativo da essere in grado di identificare subito la sua destinazione. Tuareg 660 è progettata, sviluppata e costruita per essere la migliore sintesi tra le enduro monocilindriche e le adventure di media cilindrata, due mondi fino ad oggi antitetici. Tuareg 660 alza il livello della guida in fuoristrada tra le moto adventure ma esalta la sua indole da grande viaggiatrice grazie al suo comportamento impeccabile su asfalto, ai contenuti tecnici premium, alle performance del bicilindrico da 80 CV e in virtù del peso ridotto a soli 187 kg a secco. È innovativa non solo nel concetto, ma anche nel design che privilegia la funzionalità, eliminando ogni particolare superfluo. La ciclistica è stata progettata per un utilizzo “heavy duty”, ovvero per il fuoristrada impegnativo. La solidità strutturale è garantita dai sei punti di ancoraggio del motore al telaio, il quale quindi è sfruttato come elemento stressato. Le sospensioni dalla grandissima escursione sono completamente regolabili e sono ideali per superare ogni ostacolo in fuoristrada, regalando comfort per pilota e passeggero su strada. Il serbatoio da 18 litri è molto rastremato nella zona di contatto con le gambe; il suo sviluppo verticale permette al carburante di rimanere vicino al baricentro, senza influire nella dinamica di guida. La scelta delle misure dei cerchi tubeless in alluminio indica la vocazione spiccatamente fuoristradistica di Tuareg 660: quello anteriore è da 2,5 x 21”; quello posteriore è da 4,5 x 18”. Entrambi calzano pneumatici Pirelli Scorpion Rally STR, rispettivamente con misure di 90/90 e 150/70. La dotazione elettronica è di livello assoluto, grazie alla suite di controlli elettronici APRC che comprende il traction control, il cruise control, l’engine brake e le mappe motore, tutti personalizzabili. È possibile escludere l’ABS su entrambi i canali per l’utilizzo nel fuoristrada più impegnativo. Il motore bicilindrico frontemarcia, unità di ultima generazione molto compatta e leggera, è stato studiato fin dall’inizio per essere alloggiato su una moto con tale destinazione; grazie alle specifiche modifiche eroga 80 CV e 70 Nm, il 75% di quest’ultima disponibile già a 3000 giri/min, garantendo prontezza al comando del gas fin dai bassi regimi. Ricca la gamma accessori e abbigliamento dedicati.

Aprilia Tuono 660 Factory

Rispetto a Tuono 660, già ampiamente riconosciuta e apprezzata dal pubblico e dalla critica per le sue magnifiche doti ciclistiche, Tuono 660 Factory vanta sospensioni più raffinate e adatte allo sport: la forcella Kayaba con steli da 41 mm è totalmente regolabile nell’idraulica in compressione ed in estensione e nel precarico molla, mentre l’ammortizzatore Sachs con serbatoio separato è anch’esso regolabile in estensione, compressione e nel precarico molla. Migliora ulteriormente il rapporto peso/potenza, grazie all’adozione di una leggera batteria al litio che contribuisce a calare il peso complessivo di circa 2 kg (il peso in ordine di marcia è ora di 181 kg).

La potenza del bicilindrico frontemarcia di 660 cc passa dai 95 CV di Tuono 660 ai 100 CV di Tuono 660 Factory. Aumenta anche la grinta stessa del propulsore in accelerazione, grazie all’adozione di una trasmissione finale più corta, con un pignone a 16 denti, uno in meno di Tuono 660. Invariata la coppia massima di 67 Nm a 8.500 giri.

Tuono 660 Factory dispone di serie della suite completa di controlli elettronici APRC dotata di acceleratore elettronico Ride-by-Wire e di piattaforma inerziale a sei assi, e dell’AQS (Aprilia Quick Shift), il cambio elettronico, per cambiate rapidissime senza chiudere il gas e senza usare la frizione, dotato anche di funzione downshift, che permette di scalare marcia senza toccare la frizione.

Il design è esaltato dalla variante grafica dedicata Factory Dark e dalla presenza del codino monoposto verniciato in nero e rosso.

Aprilia RS 660 Limited Edition

A poco più di un anno di distanza dal lancio commerciale, avvenuto nell’ottobre del 2020, Aprilia RS 660 festeggia già il suo primo importante traguardo sportivo: la media sportiva italiana lo ha conquistato negli Stati Uniti, dominando l’edizione 2021 della Twins Cup, il combattuto campionato USA dedicato alle bicilindriche di media cilindrata e che fa parte del MotoAmerica, la massima serie motociclistica degli States. Per celebrare questa vittoria Aprilia presenta una speciale edizione numerata di 1000 esemplari di RS 660, caratterizzata da un’inedita livrea a stelle e strisce ispirata alla bandiera USA e da un allestimento unico, che comprende il copricodino monoposto, il cupolino maggiorato e il software che consente di settare il cambio quick shift in configurazione rovesciata. In tal modo, a seconda delle esigenze il cambio può essere configurato in totale autonomia, senza sostituire alcun particolare della moto, in versione stradale o rovesciata - l’ideale per la guida in pista nei track days.

02 Aprilia SR GT-2

Aprilia SR GT

È il primo scooter “urban adventure” di Aprilia, pensato per riscoprire il divertimento nella guida quotidiana in città, ma anche su distanze più lunghe o su strade e percorsi meno battuti, grazie a contenuti ispirati al mondo dell’enduro che lo rendono il compagno ideale in ogni situazione. Sul nuovo Aprilia SR GT la posizione di guida attiva e l’ampio manubrio naked in stile motociclistico offrono il miglior controllo, mentre le sospensioni a corsa lunga e una maggiore altezza da terra permettono di superare agevolmente ogni ostacolo nella guida in città; i pneumatici di sezione generosa e con disegno del battistrada “all terrain”, infine, consentono di avventurarsi su ogni tipo di fondo, dall’asfalto cittadino, al pavé, alle strade bianche. Aprilia SR GT svetta anche in termini di potenza ed efficienza del motore, grazie a due modernissime unità Euro 5 a iniezione elettronica, distribuzione a quattro valvole e raffreddamento a liquido della famiglia i-get. Accanto al monocilindrico i-get di 125 cc, accreditato di una potenza massima pari a 11 kW a 8.750 giri e di una coppia che raggiunge i 12 Nm a 6500 giri, su Aprilia SR GT 200 fa il suo esordio l’inedito monocilindrico di 174 cc, che vanta una potenza di 13 kW a 8.500 giri e una coppia di 16,5 Nm a 7000 giri. Valori di assoluto riferimento, che garantiscono elasticità, brillantezza nella ripresa e fluidità di marcia in ogni condizione, a fronte di consumi davvero ridotti.

03 Moto Guzzi V100 Mandello-3

Moto Guzzi V100 Mandello

V100 Mandello rappresenta il primo passo di Moto Guzzi nel suo secondo secolo di vita, durante il quale continuerà a produrre magnifiche motociclette, autentiche e dal carattere forte. Moto Guzzi V100 Mandello apre un capitolo tutto nuovo nella storia Moto Guzzi; una moto che sfugge al conformismo della catalogazione in una categoria, unendo la brillantezza sui percorsi guidati alla vocazione al viaggio che è nell’anima di ogni Moto Guzzi. È la Moto Guzzi che non c’è mai stata, caratterizzata da tecnologie di avanguardia, una porta aperta su futuro del marchio grazie alle innovative soluzioni tecniche e aerodinamiche adottate. V100 Mandello è innovativa a partire dal design che, come sempre, parte dalla valorizzazione del bicilindrico, unico e inimitabile. Linee che non hanno nulla di nostalgico ma reinterpretano in chiave moderna i capisaldi tipici del linguaggio stilistico Moto Guzzi. Una svolta nella storia del marchio, portando all’esordio molte importanti innovazioni tecnologiche: la prima motocicletta con aerodinamica adattativa, la prima Moto Guzzi dotata di evolute soluzioni elettroniche come la piattaforma inerziale a sei assi, il cornering ABS, le sospensioni semiattive e il quick shift, solo per citare le più importanti. E sarà la prima Moto Guzzi spinta dal nuovo propulsore “compact block”, dalle raffinate caratteristiche tecniche. La tradizione è rispettata dall’architettura a V trasversale di 90° del bicilindrico, che garantisce quel modo unico di erogare la coppia e quel sound inimitabile Moto Guzzi, ma il progetto è totalmente nuovo e vanta prestazioni decisamente brillanti: la potenza è di oltre 115 CV e la coppia è di oltre 105 Nm, con il 90% disponibile già da 3500 giri/min. Il carattere sportivo è assecondato da una ciclistica compatta e maneggevole, mentre l’attitudine da viaggiatrice è garantita dall’elevato comfort regalato dalla generosa sella e dalla posizione di guida attiva e decontratta. La tecnologia Moto Guzzi interviene ad aumentare il comfort e la protezione dall’aria, grazie al cupolino regolabile elettricamente e con l’adozione per la prima volta al mondo di un sistema di aerodinamica adattativa che regola automaticamente la posizione dei deflettori presenti ai lati del serbatoio in dipendenza della velocità e del Riding Mode selezionato. La dotazione elettronica è di prim’ordine e prevede l’acceleratore elettronico Ride by Wire per una fine gestione delle prestazioni e dei consumi, l’evoluta centralina di controllo Marelli 11MP, la piattaforma inerziale a 6 assi in grado di gestire al meglio i controlli elettronici, il cruise control, e il Cornering ABS a garanzia della sicurezza attiva in frenata in curva. Quattro sono i Riding Mode a disposizione: Viaggio, Sport, Pioggia e Strada ognuno dei quali gestisce 3 differenti di mappe motore, 4 livelli di traction control, 3 livelli di freno motore e (nella versione che le prevede di serie) anche la taratura delle sospensioni semiattive Öhlins Smart EC 2.0, capaci di adattare automaticamente l’idraulica istante per istante al tipo di guida adottata e alle condizioni dell’asfalto per avere sempre il miglior comportamento in qualsiasi situazione.

Moto Guzzi V85 TT Guardia d’Onore

La Casa dell’Aquila festeggia l’importante collaborazione con il Reggimento Corazzieri, che dura ininterrottamente da 75 anni, presentando la Moto Guzzi V85 TT Guardia d’Onore, speciale edizione limitata e numerata della sua apprezzatissima classic travel enduro, che proprio nell’anno del Centenario di Moto Guzzi è entrata a far parte del parco motociclette dei custodi del Capo dello Stato italiano. Proprio come le V85 TT appena consegnate al Palazzo del Quirinale, la V85 TT Guardia d’Onore è caratterizzata dalla tipica livrea nera con grafiche bianche che distingue le Moto Guzzi dei Corazzieri. I fregi bianchi percorrono il parafango anteriore proseguendo poi sul serbatoio e sui fianchetti laterali e sono ripresi anche sul parabrezza Touring maggiorato. Quest’ultimo fa parte dell’equipaggiamento di serie, così come il cavalletto centrale, le barre paramotore e i faretti supplementari a LED. A richiesta è disponibile la coppia di motovaligie laterali dedicate a questo modello. Moto Guzzi V85 TT Guardia d’Onore sarà prodotta in serie limitata di 1946 esemplari, un numero che evoca chiaramente il primo dei 75 anni di unione tra l’Aquila di Mandello e il Reggimento Corazzieri. Ulteriore evidenza dell’esclusività di questa particolare versione, sul riser del manubrio è inciso il numero progressivo dell’esemplare, da 1 a 1946.

04 Piaggio 1-2

Piaggio 1

Piaggio 1 unisce le caratteristiche vincenti del più moderno e-scooter - agilità e leggerezza per il commuting urbano unite a essenzialità e praticità - alla qualità e affidabilità degli scooter Piaggio.

Ciò significa innanzitutto sicurezza, grazie a una ciclistica solida e votata al piacere di guida, ma anche un design accattivante, un comfort e una abitabilità di alto livello e un nutrito equipaggiamento tecnologico, che include strumentazione digitale a colori, fanaleria full LED e sistema keyless. Piaggio 1 è anche l’unico e-scooter della sua categoria con un capiente vano sottosella, in grado di contenere un casco full jet.

Piaggio 1 è spinto da un motore elettrico integrato nella ruota posteriore: la versione ciclomotore (Piaggio 1), con velocità limitata a 45 km/h, eroga una potenza di 1,2 kW, mentre la versione motociclo (Piaggio 1 Active) monta una unità da 2 kW.

In entrambe le versioni la batteria è posizionata sotto la sella, facilmente estraibile in pochi secondi e trasportabile per effettuare comodamente la ricarica in casa o in ufficio.

05 Piaggio 1 Feng Chen Wang-2

Piaggio 1 Feng Chen Wang

Dall’incontro tra Piaggio e Feng Chen Wang, stilista tra le più sperimentali e innovative del panorama internazionale, nasce una speciale edizione personalizzata di Piaggio 1, la nuovissima proposta di Piaggio per la mobilità elettrica urbana. La speciale edizione Feng Chen Wang è caratterizzata e resa unica da una livrea esclusiva, nella quale la stilista e designer fonde la tradizione cinese - Feng nasce infatti nel Fujian, provincia nel Sud Est della Cina, nota per i paesaggi naturali mozzafiato - con la vibrante creatività londinese.

L’acquarello combina visivamente gli elementi naturali dell’acqua e il simbolo della Fenice, che nella mitologia cinese rappresenta la virtù e la grazia, ed è disegnato a mano utilizzando la tradizionale tecnica cinese della pennellata, mentre la colorazione verde - ripresa anche sul rivestimento della sella e sui cerchi ruota - non richiama solo la flora autoctona, ma anche valori universali quali salute, prosperità e armonia. Dalla collaborazione con Feng Chen Wang nascono anche un casco dedicato e una capsule collection di capi unisex per lo streetwear.

(VESPA ELETTRICA)RED

Dalla partnership tra il Gruppo Piaggio e (RED), l’organizzazione no profit fondata da Bono e Bobby Shriver, nasce (VESPA ELETTRICA)RED, che si presenta a EICMA 2021 vestita interamente di rosso. L’iconico colore rosso è più di una dichiarazione, dato che ogni acquisto di (VESPA ELETTRICA)RED porterà a una donazione per supportare il Global Fund, uno dei maggiori finanziatori mondiali della salute globale, per sostenere insieme a (RED) la lotta contro le pandemie.

(RED), dal nome del colore dell’emergenza, è stata fondata nel 2006 per trasformare le aziende in una "cavalleria" per combattere la pandemia di AIDS. Oggi, quella cavalleria sta combattendo anche la minaccia urgente del COVID e il suo impatto devastante sulle comunità più vulnerabili. Dopo (VESPA 946)RED nel 2017 e (VESPA PRIMAVERA)RED nel 2020, (VESPA ELETTRICA)RED è il terzo esclusivo prodotto che nasce da questa importante collaborazione, racchiudendo meglio di ogni altro i valori condivisi di attenzione alla salute globale e di rispetto per l’ambiente e per il pianeta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piaggio a EICMA 2021: "Future Unlocked", tutte le novità della gamma per il 2022

Today è in caricamento