rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Si cambia

Lotteria degli scontrini, il piano anti-flop: si partecipa "in automatico" e le estrazioni diventano istantanee

Per ridare sprint alla misura nel 2022, le estrazioni della lotteria degli scontrini potrebbero diventare anche istantanee e la partecipazione automatica se si paga con le carte. Il concorso, fin dalla sua partenza, ha riscontrato ostacoli e difficoltà

Per ora è stato un mezzo flop. Per ridare sprint alla misura, le estrazioni della lotteria degli scontrini potrebbero diventare anche istantanee. L'ipotesi non viene esclusa dal Mef e l'Agenzia delle Dogane è "disponibile ad elaborare le più idonee soluzioni tecnologiche" per rendere la Lotteria più attraente per esercenti e utenti. Ieri sono circolati un po' di numeri. Il sottosegretario all'Economia, Federico Freni, ha risposto a un'interrogazione di Gian Mario Fragomeli (Pd) in Commissione Finanze della Camera. Ad oggi "a fronte di 5,9 milioni di codici rilasciati a 4,7 milioni di utenti - ha detto Freni - gli esercenti che trasmettono i dati della lotteria sono solo il 26,8% del totale (ovvero 369.000 su 1.320.000)".

La lotteria degli scontrini è un mezzo flop

C'è poco da dire: così è un flop. Secondo l'associazione dei consumatori Consumerismo dovuto al fatto che "il concorso, fin dalla sua partenza, ha riscontrato ostacoli e difficoltà in molte zone del paese, con numerosi negozianti che non hanno adeguato i registratori di cassa, per carenza di tecnologia o connessione o per le difficoltà nell’affrontare le spese di aggiornamento software. La bassa probabilità di vincita inoltre, 1 su 53 milioni, allontana e disincentiva i consumatori, molti dei quali non conoscono il concorso e continuano a preferire il contante ai pagamenti elettronici". Molti negozi medio piccoli, "in assenza di previsioni sanzionatorie, restano inottemperanti all'obbligo di trasmettere i dati" ha spiegato il sottosegretario.

“La situazione peggiore si registra nei piccoli comuni – secondo Consumerismo - Qui stimiamo che meno del 20% dei cittadini abbia aderito al concorso. E’ andata meglio nelle grandi città ma anche qui si sono registrati problemi: ad esempio nella grande distribuzione ticket restaurant, sconti e buoni sono esclusi dalla Lotteria, così come i pagamenti misti (parte in ticket e parte con carte o bancomat), situazione che obbliga i consumatori a rinunciare o agli scontrini validi ai fini delle vincite, o ai pagamenti con buoni o ticket restaurant, perdendo in entrambi i casi un loro diritto”.

L'interrogazione del Pd che chiedeva di incentivare la partecipazione dei cittadini anche mediante la semplificazione del meccanismo di partecipazione (eventualmente attraverso un più efficace utilizzo dell'app IO) e l'istituzione di una lotteria istantanea a cui destinare una parte delle risorse programmate, il sottosegretario Freni ha specificato che "l'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli riferisce che l'introduzione di una modalità di estrazione istantanea che permetta all'acquirente di conoscere con immediatezza l'esito della partecipazione alla Lotteria, potrà essere effettuata ferme restando le necessarie modifiche e integrazioni e gli imprescindibili adeguamenti dei sistemi informatici attualmente utilizzati e dei registratori di cassa degli esercenti".

"Sarà infatti indispensabile una modifica sostanziale delle attuali applicazioni con l'implementazione di un nuovo sistema di estrazione e lo sviluppo di un software dedicato da installare sui registratori di cassa telematici che invochi in tempo reale l'estrazione. A tal fine l'Agenzia, insieme alle altre amministrazioni interessate, - ha proseguito Freni - è disponibile ad elaborare le più idonee soluzioni tecnologiche anche utilizzando l'App IO e valutando possibili semplificazioni nell'utilizzo del codice di gioco".

Le estrazioni istantanee sono la soluzione al problema? Forse no, e se il flop sarà confermato le risorse della Lotteria degli scontrini potrebbero essere dirottate verso altre misure anti-evasione.

Lotteria degli scontrini: come sarà rilanciata

''Riteniamo buona la risposta del ministero dell'Economia e delle Finanze e dell'agenzia delle Dogane e  dei Monopoli sul rilancio della Lotteria degli scontrini quale  strumento per il potenziamento dell'utilizzo della moneta elettronica e il contrasto dell'evasione", ribatte il capogruppo dem in commissione Finanze alla Camera, Gian Mario Fragomeli. "Il Governo e l'Agenzia, infatti, hanno accolto entrambi i nostri suggerimenti per migliorare il meccanismo: l'automatizzazione della partecipazione alla lotteria, grazie alla possibilità di autorizzare attraverso l'App Io la trasmissione alla Lotteria degli scontrini di tutti i pagamenti compiuti con una determinata carta di debito/credito; e la previsione, per incrementarne l'appeal, di autorizzare anche vincite con estrazioni istantanee, anche di minore importo. Siamo soddisfatti per queste scelte che vanno nella direzione da noi auspicata di spingere verso una sempre maggiore digitalizzazione del Paese'', sottolinea Fragomeli.

Reazioni positive anche dal mondo pentastellato. "Come emerge dalla risposta a una interrogazione presentata oggi in commissione Finanze, il Governo si  appresta a utilizzare la tecnologia alla base dell'app Io per far decollare la lotteria degli scontrini. Come noto, è stato il cashback di Stato voluto dal governo Conte II a convincere milioni di contribuenti a iscriversi all'app della pubblica amministrazione. È curioso che proprio mentre si sospende a tempo indeterminato il Cashback, che stava funzionando egregiamente, se ne sfruttino le ampiericadute positive" dichiara in una nota Giovanni Currò, vicepresidente M5S della commissione Finanze. "La verità - continua - è che il Cashback avrebbe dovuto essere confermato, consolidando l'avvicinamento dei cittadini ai pagamenti digitali e gettando le basi per una campagna anti evasione senza precedenti". Non è detto che, in forma rinnovata, il cashback non ritorni già nel 2022.

Come funziona la lotteria degli scontrini

Lunedì 1° febbraio è partita la lotteria degli scontrini: i consumatori potranno, con gli acquisti di beni e servizi di almeno 1 euro pagati con strumenti elettronici, potranno partecipare all'estrazione di premi da migliaia di euro. Sarà importante che gli acquisti vengano effettuati pressi punti vendita che trasmettono telematicamente i corrispettivi e che generano quindi biglietti virtuali validi per partecipare alla prima estrazione. 

Possono partecipare alla Lotteria tutte le persone maggiorenni residenti in Italia che, fuori dall’esercizio di un’attività d’impresa, arte o professione, acquistano, pagando con mezzi elettronici, beni o servizi per almeno 1 euro di spesa presso esercenti che trasmettono telematicamente i corrispettivi. Per partecipare è sufficiente mostrare il proprio codice lotteria al momento dell’acquisto. Si tratta di un codice a barre e alfanumerico che si può ottenere inserendo il proprio codice fiscale sul Portale della lotteria. Se l’importo della spesa è almeno pari a 1 euro e il pagamento avviene tramite mezzi elettronici (carte di credito, carte di debito, bancomat, carte prepagate, carte e app connesse a circuiti di pagamento privativi e a spendibilità limitata), lo scontrino elettronico che l’esercente invia telematicamente produrrà un biglietto virtuale per ogni euro speso, fino a un massimo di 1.000 biglietti per ogni scontrino di importo pari o superiore a 1.000 euro.

Successivamente all’estrazione dei biglietti vincenti, l’Agenzia delle dogane e dei monopoli risalirà dal codice lotteria associato al biglietto estratto sia al codice fiscale dell’acquirente sia alla partita Iva dell’esercente. Non possono partecipare alla lotteria gli acquisti in contanti, gli acquisti online, quelli per i quali si emette fattura e quelli per i quali il cliente fornisce all’esercente il proprio codice fiscale o tessera sanitaria a fini di detrazione o deduzione fiscale.

Le vincite sono comunicate tramite PEC (posta elettronica certificata) all’indirizzo comunicato nell’area riservata del Portale lotteria e in assenza di Pec la comunicazione viene inviata tramite raccomandata con avviso di ricevimento. La comunicazione segnalerà l’obbligo di recarsi, entro novanta giorni, presso l’ufficio dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli competente in base alla propria residenza o al proprio domicilio fiscale. Il premio arriverà direttamente tramite bonifico bancario o postale. Le estrazioni avvengono ogni secondo giovedì del mese, fra tutti i biglietti generati da corrispettivi trasmessi e registrati dal Sistema Lotteria nel mese precedente l’estrazione. Da giugno si sono aggiunte anche le estrazioni settimanali. Infine, l’estrazione annuale, che vale un premio da 5 milioni di euro per l’acquirente e 1 milione di euro per l’esercente e per cui competono tutti i biglietti generati da corrispettivi trasmessi e registrati al Sistema Lotteria dal 1° gennaio al 31 dicembre di ciascun anno. Alla prima estrazione annuale - che si terrà a inizio 2022 - si concorrerà però con tutti i biglietti generati dal 1° febbraio al 31 dicembre 2021.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotteria degli scontrini, il piano anti-flop: si partecipa "in automatico" e le estrazioni diventano istantanee

Today è in caricamento